Le cause che conducono prurito e alopecia nel gatto

Le cause che conducono prurito e alopecia nel gatto

La dermatite è la malattia più comune anche per gli animali domestici come cani e gatti. All’origine della patologia possono esserci diversi fattori ed ecco perché diventa essenziale portare gli amici a 4 zampe dal veterinario regolarmente, così che per l’appunto il dottore possa fare tutti i controlli necessari e possa intervenire per tempo. Dopo aver diagnosticato il problema il veterinario potrà fornire maggiori informazioni al padrone su come trattare la dermatite: ovvero se sia il caso di ricorrere ad un trattamento farmaceutico o se per la dermatite nel gatto i rimedi naturali possano essere altrettanto efficaci.

Prurito e alopecia nel gatto: le possibili cause

Tra i sintomi più comuni della dermatite ci sono il prurito e l’alopecia. Questi, tuttavia, possono essere determinati anche da altre infezioni, da una toelettatura troppo frequente e aggressiva o da una situazione stressante per l’animale. Potrebbe infatti capitare che anche il micio sia nervoso, stressato e compulsivamente inizi a grattarsi rischiando addirittura di provocarsi delle lesioni.

Cure naturali contro la dermatite del gatto

Il veterinario potrebbe suggerire di iniziare la terapia della dermatite del gatto con delle cure naturali e solo successivamente, qualora non dovessero essere sufficienti, si interverrà con alcuni farmaci specifici. I rimedi naturali sono volti infatti in primis a restituire all’amico a 4 zampe il benessere del pelo e della cute. In che modo? Il primo passo potrebbe essere dargli da mangiare un mangime complementare del tutto naturale che contenga omega3, omega 6, acidi grassi essenziali, naturali alleati sia contro la dermatosi che contro la caduta del pelo. Anche i fruttoligosaccaridi e il sale di magnesio possono essere utili, soprattutto per ripristinare le funzioni intestinali del gatto, in quanto agisce come probiotico e prebiotico.

Sono da evitare assolutamente i cibi confezionati e la carne (che deve essere bianca) va scottata senza alcun condimento, servita sminuzzata con delle verdure leggere come le zucchine e le carote così da favorire la digestione e di conseguenza il transito intestinale.

Tipi di dermatite del gatto

Ci sono vari tipi di dermatite del gatto proprio perché le cause scatenanti possono essere diverse. Le più comuni sono:

  • Dermatite da parassiti come zecche e pulci che, mordendo il gatto, gli lasciano residui di saliva che causano arrossamenti e pruriti;
  • Dermatite da allergie alimentari, cioè il gatto può sviluppare un’intolleranza alimentare ad un determinato cibo o anche solo ad un ingrediente;
  • Dermatite atopica, cioè causata da sostanze presenti nell’habitat o nell’aria, come muffe, erbe, pollini.
  • Dermatite da stress, ovvero il micio potrebbe aver subito un trauma psicologico o essere in una fase di post-adattamento dopo un trasloco, la perdita del padrone, l’arrivo di un altro animale in casa. Tutte situazioni che potrebbero gravare sul benessere psico-fisico dell’animale;
  • Dermatite nelle orecchie, un’infiammazione nota anche come dermatite da contatto. Si manifesta generalmente con gonfiori e arrossamenti intorno alle orecchie del gatto;
  • Dermatite allergica felina, causata da alcuni allergeni.

Basta prestare più attenzione ai primi sintomi per accorgersi subito della dermatite e correre dal veterinario!